nasce a Faenza il 17 agosto 1884, in un momento di ripresa della vita produttiva della città, dopo la raggiunta unità politica del paese. Esso è la voce di un ceto produttivo composto prevalentemente di artigiani, di esercenti, di piccoli commercianti operosi e coscienti di una identità cultura­le che aveva le sue radici nella tradizione democratica del Risorgimento.
Fin dal primo numero il giornale espone, senza mezzi termini, il suo pro­gramma di ispirazione garibaldina e mazziniana.
Con la soppressione della libertà di stampa 'Il Lamone', che da alcuni mesi era continuamente sotto sequestro, il 25 aprile 1925, dopo quarantadue anni di lotta politica, aveva cessato le pubblicazioni. Le riprese vent'anni dopo per continuare le antiche battaglie.
'Il Lamone' raggiunse i cento anni di vita e fu un bel traguardo per il periodico di un partito di minoranza a Faenza. Cento anni di civili lotte in difesa della libertà politica e religiosa, in difesa della laicità, della tolleranza, della fede nella patria e nell'umanità.
La periodicità inizialmente era settimanale per diventare mensile dal 1989 fino al 1990, anno in cui terminò la pubblicazione.


  Anno 1884        
  Anno 1885
  Anno 1886
  Anno 1887
  Anno 1888
  Anno 1889 
  Anno 1890
  Anno 1891
  Anno 1892
  Anno 1893
  Anno 1894
  Anno 1895
  Anno 1896
  Anno 1897
  Anno 1898
  Anno 1899
  Anno 1900
  Anno 1901
  Anno 1904
  Anno 1905
  Anno 1906
  Anno 1907
  Anno 1908
  Anno 1909
  Anno 1910
  Anno 1911
  Anno 1912
  Anno 1913
  Anno 1914
  Anno 1915
  Anno 1916
  Anno 1917
  Anno 1918
  Anno 1919
  Anno 1920
  Anno 1921
  Anno 1922
  Anno 1923
  Anno 1924
  Anno 1925 




JSN Dome template designed by JoomlaShine.com